lunedì 19 dicembre 2016

Recensione "Promettimi che accadrà" di Isabella Spinella

Bianca e Carlo si sfiorano per caso durante una festa religiosa venti anni fa, su una spiaggia in provincia di Reggio Calabria. Mentre attendono il passaggio della Madonna, Carlo viene investito dalle fiamme di un falò: l'incidente non è grave, ma turba per sempre Bianca.
Oggi Bianca lavora come assistenza di Mario, politico e suo amante, mentre Carlo è uno stimato psicoterapeuta. Entrambi vivono a Roma ma non si sono mai più incontrati dalla sera dell'incidente sulla spiaggia. Una sera, Bianca, si ferma a soccorrere una giovane mendicante che chiede di essere portata dal dottor Carlo Neri. Chi avrebbe mai immaginato che i due vivono nella stessa via a qualche palazzo di distanza? Nessuno dei due però si ricorda dell'altro, fin quando un terribile incendio scoppiato nel palazzo del dottore, riporta a galla alcuni ricordi...



"Promettimi che accadrà" non è la solita storia d'amore. Non ci sono baci, non c'è romanticismo, nè farfalle nello stomaco. È un romanzo fatto di ricordi, di sensazioni, di destino, di coincidenze. Bianca e Carlo si sono sfiorati molti anni prima e oggi nessuno si ricorda dell'altro, ma le incredibili circostanze in cui sono finiti, permettono loro di ritrovarsi.

Bianca ha un lavoro che le piace e una vita da amante che le sta stretta. Vorrebbe essere l'unica donna per il suo uomo senza doversi nascondere. Carlo ama il suo lavoro e offre anche consulenze gratuite in una casa di accoglienza. È single e vive da solo.

Carlo e Bianca non sono gli unici personaggi di questo racconto. Man mano infatti, emerge anche la storia di Julia, la mendicante albanese che permetterà l'incontro tra Bianca e Carlo.

Lo stile della narrazione è molto semplice è fluido; nonostante ciò però, non mancano descrizioni emozionanti e la storia non è così banale come sembra. "Promettimi che accadrà" è la promessa silenziosa di due cuori bambini, destinati a ritrovarsi. È un romanzo leggero e carino, adatto a chi vuole rilassarsi un po' e sorridere. Come libro mi è piaciuto abbastanza, niente di grandioso ma nemmeno troppo sempliciotto.

Vi lascio come sempre la pagina del mio journal e vi rimando al mio profilo instagram Angiola_96

Nessun commento:

Posta un commento